Chiudi
Menu
Carrello

Gli ordini effettuati su questo sito verranno evasi
da Giulius Pet Shop.
Per consultare lo stato di un vostro ordine già effettuato
entrate nel vostro account su Giulius Pet Shop

Mastociti nella mucosa orale

La ricca innervazione sensoriale presente nella gengiva influenza direttamente la degranulazione dei locali mastociti. Come? Attraverso il rilascio di un neruotrasmettitore – la sostanza P – che non solo attiva il meccanismo degranulatorio di queste cellule, ma ne determina un vero e proprio “reclutamento” nelle zone superficiali della gengiva, ponendole quasi a contatto diretto con i soprastanti cheratinociti.

Mastociti nella mucosa orale

Due chirurghi maxillo-faciali dell’Università di Lodz (Polonia) hanno analizzato nel ratto gli effetti di diverse concentrazioni di sostanza P (un neuropeptide rilasciato dalle sottili fibre nervose che innervano l’epitelio gengivale) sulla degranulazione dei mastociti, normalmente localizzati nel connettivo (lamina propria) subepiteliale.I risultati – pubblicati nel numero di ottobre 2003 di “Cellular & Molecular Biology Letters” – non lasciano dubbi. “L’iniezione di sostanza P nella gengiva – scrivono i ricercatori – influenza i mastociti, avviandone la degranulazione e stimolandone la migrazione, in posizione immediatamente sottostante alla membrana basale dell’epitelio.” Arriva, dunque, la conferma che, anche a livello di mucosa orale, i mastociti sono estremamente sensibili ad un’attivazione di tipo neurogenico [NdR di provenienza nervosa], tale per cui “mastociti e sostanza P rappresentano un vero e proprio binomio funzionale che interviene nella patogenesi dell’infiammazione gengivale e dei tessuti adiacenti.” E ancora: “L’effetto della sostanza P sui mastociti è un’intrigante combinazione tra attivazione del meccanismo degranulatorio ed induzione di una marcata concentrazione sub-epiteliale.” Viene, dunque, facile capire come, in tali condizioni, i mastociti siano posti nella situazione ideale per coordinare, tramite i loro mediatori, eventi fondamentali nell’infiammazione del cavo orale: dall’aumento di permeabilità delle rete vasale locale, all’iperafflusso di leucociti circolanti, alla proliferazione dei cheratinociti gengivali.
Importanti anche i risvolti pratici che gli Autori dell’articolo accennano nelle conclusioni:
“Le ricerche sul ruolo dei mastociti nella fisiopatologia del cavo orale hanno importanti ripercussioni anche a livello implantologico.
L’utilizzo nel periodo perioperatorio di sostanze che controllino la funzionalità mastocitaria potrebbe, infatti, ridurre la risposta infiammatoria reattiva e potenziare, invece, quella riparativa/rigenerativa.”

Kozakiewicz M, Godlewski A, 2003, Modulation of the mitotic activity and population of the mast cells in the oral mucosa by substance P, Cellular & Molecular Biology Letters, 8: 727-734

© 2003 Innovet
Cookie PolicyCookie PolicyPrivacy PolicyPrivacy Policy