Chiudi
Menu
Carrello

Gli ordini effettuati su questo sito verranno evasi
da Giulius Pet Shop.
Per consultare lo stato di un vostro ordine già effettuato
entrate nel vostro account su Giulius Pet Shop

Invecchiamento cerebrale: 4 crediti ECM ad Alessandria

Ad Alessandria - grazie all’impegno congiunto di SISCA (Società Italiana di Scienze Comportamentali Applicate), Innovet ed Ordine provinciale dei Medici Veterinari - si terrà, presso l’Hotel Residence San Michele, una giornata interamente dedicata all’invecchiamento cerebrale del cane e del gatto ed ai disturbi comportamentali, emozionali e cognitivi ad esso correlati. Sono 4 i crediti ECM che il Ministero della Salute ha deciso di assegnare ai partecipanti.

Invecchiamento cerebrale: 4 crediti ECM ad Alessandria

Bisogna dire che, negli ultimi tempi, è stato evidente il notevole aumento di interesse nei confronti di quella che gli Anglosassoni definiscono “senior care”: l’insieme, cioè, di cure specifiche per l’età geriatrica di cani e gatti. La giornata di Alessandria – nata sulla scia del successo della precedente “settimana dell’invecchiamento cerebrale” e per esplicita richiesta dell’Ordine Provinciale dei Medici Veterinari – rappresenta un’importante occasione di aggiornamento proprio in questo settore, affrontando specificatamente quei problemi – comportamentali, cognitivi ed emozionali – dipendenti dall’invecchiamento cerebrale patologico di cani e gatti. Ricordiamo, rapidamente, i relatori che si avvicenderanno nel corso dell’intera giornata. Con Corrado Sgarbi (Presidente SISCA) in qualità di chairman, e con Tonino Distefano (Presidente dell’Ordine Provinciale di Alessandria), impegnato in una breve relazione introduttiva, compariranno Maria Cristina Osella, Luciana Bergamasco, Paola Badino e Giovanni Re. La prima – attuale tesoriere dell’ESVCE (European Society of Veterinary Clinical Etology) – inizierà con l’inquadramento clinico delle alterazioni comportamentali, cognitive ed emozionali del cane e del gatto, per poi concentrarsi sui modelli diagnostici specifici (es. sindrome confusionale, demenza senile, depressione da involuzione) dell’animale anziano e sul loro trattamento. A seguire, Luciana Bergamasco (responsabile del Laboratorio di Neurofisiologia Strumentale del Dipartimento di Morfofisiologia Veterinaria dell’Università di Torino) e Paola Badino (Responsabile dei laboratori di Farmacologia e Tossicologia Veterinaria del Dipartimento di Patologia Animale dell’Università di Torino) con interventi sulla neurofisiologia e neurofarmacologia dei disturbi comportamentali. Infine, Giovanni Re (Professore di Tossicologia e Farmacologia Veterinaria del Dipartimento di Patologia Animale dell’Università di Torino) che presenterà il razionale di applicazione della fosfatidilserina (PS): una molecola che – grazie ai molteplici effetti sulle alterazioni neurodegenerative legate all’invecchiamento e ad una comprovata sicurezza d’impiego anche nel cane – si presenta come un’interessante opzione nutraceutica per prevenire e/o curare i disturbi legati all’invecchiamento cerebrale patologico dei piccoli animali.

© 2004 Innovet
Cookie PolicyCookie PolicyPrivacy PolicyPrivacy Policy