Chiudi
Menu
Carrello

Gli ordini effettuati su questo sito verranno evasi
da Giulius Pet Shop.
Per consultare lo stato di un vostro ordine già effettuato
entrate nel vostro account su Giulius Pet Shop

Scoperto il modo per predire l’artrosi

È la famosa scuola di Medicina Veterinaria della Cornell University di Ithaca (New York, USA) ad individuare gli indici radiografici più affidabili per predire il possibile sviluppo di artrosi dell’anca in cani giovani, sia normali che affetti da displasia. Enormi le ricadute pratiche. Prima tra tutte, quella di poter contare su parametri ben definiti per potenziare le misure di prevenzione della degenerazione articolare.

Scoperto il modo per predire l’artrosi

Una combinazione tra punteggio di sublussazione dorsolaterale (DLS score) e angolo di Norberg è il miglior metodo radiografico per poter predire se un cane giovane avrà, nel tempo, un’anca normale oppure affetta da artrosi. È questa la conclusione cui è arrivato il gruppo di Rory Todhunter e che si legge chiaramente nell’articolo pubblicato nel numero di dicembre 2003 dell’American Journal of Veterinary Research. “Al fine di determinare – spiega il famoso ortopedico – i metodi radiografici più attendibili per predire lo sviluppo di artrosi dell’anca, abbiamo effettuato uno studio di coorte, analizzando, a partire dall’età di otto mesi, le radiografie pelviche di 205 cani di razza Labrador Retriever, Levriere ed incroci tra queste due razze, sia sani che affetti da displasia.”
I ricercatori hanno rilevato diversi indici radiografici, dalla proiezione ventrodorsale ad anca estesa, all’indice di distrazione, al DLS score, all’angolo di Norberg, mettendo, alla fine, a punto una tabella di “hip score” che ricalca quella ufficiale, dettata dall’OFA (Orthopedic Foundation for Animals). “L’artrosi – continuano a spiegare nell’articolo – è stata diagnosticata al momento della necroscopia, sulla base delle caratteristiche alterazioni degenerative della cartilagine. Abbiamo, poi, utilizzato specifiche analisi biometriche per determinare quegli indici radiografici che meglio avevano predetto lo sviluppo delle lesioni cartilaginee.”
E questi sono i risultati pubblicati: “Una combinazione di due indici radiografici si è rivelata migliore rispetto ad un solo indice nel predire una lesione cartilaginea o un’articolazione normale. Non solo, ma l’aggiunta di un terzo indice radiografico non ha la potenzialità di perfezionare tale predizione. E la combinazione migliore è quella tra il DLS score e l’angolo di Norberg.”
È indubbio che lo studio agevola di gran lunga l’ortopedico nel percorso da seguire per arrivare, in modo sempre più puntuale e tempestivo, a diagnosi predittiva di artrosi. Non solo, ma consentendo l’individuazione di quei soggetti che, anche sani, possono, nel tempo, rivelarsi a “rischio artrosico”, amplifica straordinariamente le potenzialità di intervenire in questi con adeguati approcci di natura preventiva.

Todhunter RJ, Grohn YT, Bliss SP, Wilfand A, Williams A, Williams AJ et al, 2003, Evalutaion of multiple radiographic predictors of cartilage lesions in the hip joints of eight-month-old dogs, American Journal of Veterinary Research, 64(12): 1472-1478

© 2004 Innovet
Cookie PolicyCookie PolicyPrivacy PolicyPrivacy Policy