Chiudi
Menu
Carrello

Gli ordini effettuati su questo sito verranno evasi
da Giulius Pet Shop.
Per consultare lo stato di un vostro ordine già effettuato
entrate nel vostro account su Giulius Pet Shop

UK: vademecum per proprietari di pets

La “House Commons” inglese sta per varare l’ultima legge sulla tutela degli animali (Animal Welfare Bill). Oltre al divieto di tagliare coda e orecchie e di vendere o cedere come premio animali a ragazzi con meno di 16 anni, anche un vademecum per proprietari di cani e gatti, che sancisce le regole da seguire per garantire sicurezza e benessere al proprio animale da compagnia. Per i gatti, vietate le scorribande notturne, obbligatoria la sterilizzazione a partire dal quarto mese di età, garanzia di adeguata privacy in casa, da attuarsi con opportuni spazi, progettati lontano da bambini e da altri animali, e, soprattutto, norme di adeguata “stimolazione mentale”.

UK: vademecum per proprietari di pets

“Codice di comportamento” lo hanno chiamato. A significare che, da quando, a marzo, sarà varata la legge di tutela animale, ogni proprietario residente in Inghilterra sarà chiamato a rispettare un preciso comportamento nei confronti del proprio animale, basato fondamentalmente sul rispetto della sua appartenenza di specie.
Particolarmente severe le leggi in fatto di “tutela del gatto”. Il Times ha anticipato alcuni dei contenuti del decalogo per i gatti che prevede per i proprietari norme di comportamento molto rigide. Ad esempio, non sarà più possibile dotarsi di uno sportello basculante sulla porta o sul lucernario per consentire al micio di andare e venire quando vuole: almeno di notte Fuffy and co. dovranno essere custoditi in casa. Divieto assoluto di tenere il nostro micio sovrappeso (ahinoi), come di trascurare tutti i possibili accorgimenti per stimolarne l’indole predatrice ed evitare la noia e la depressione della raggiunta “casalinghitudine”. Ed ancora, spazi anti-bimbi, e zone nascoste adibite alla privacy eliminatoria del felino.
Il tutto supervisionato da una “pet police” costituita da dipendenti comunali che avranno il potere di accedere alle abitazioni per controllare le condizioni di vita degli animali.
Dopo i gatti toccherà ai cani (8 milioni di proprietari tra i sudditi di Sua Maestà) ed ai conigli, che nel Regno Unito sono considerati – da almeno un milione di persone – validi compagni di vita e non certo pietanze da accompagnare con funghi o polenta.

Articolo di “Times on line”: http://www.timesonline.co.uk/article/0,,564-2016708,00.html

© 2006 Innovet
Cookie PolicyCookie PolicyPrivacy PolicyPrivacy Policy