Chiudi
Menu
Carrello

Gli ordini effettuati su questo sito verranno evasi
da Giulius Pet Shop.
Per consultare lo stato di un vostro ordine già effettuato
entrate nel vostro account su Giulius Pet Shop

Cane anziano: strategie per un invecchiamento di successo

Diete ricche di antiossidanti e modifiche dell’ambiente di vita aiutano a prevenire l’invecchiamento cerebrale patologico nel cane ed i disordini cognitivi e comportamentali ad esso correlati. Ne ha parlato Elizabeth Head alla terza conferenza internazionale su “longevità ed invecchiamento di successo”.

Cane anziano: strategie per un invecchiamento di successo

È l’”Annals of the New York Academy of Sciences” a pubblicare gli atti di questa conferenza, tenutasi a Melbourne (Australia), dal 14 al 16 ottobre 2006. Nella sezione dedicata agli interventi per controllare il declino cognitivo fisiologicamente legato all’invecchiamento e per prevenire le malattie ad esso correlate (demenza di tipo Alzheimer in primis), Elizabeth Head dell’”Institute for Brain Aging & Dementia” di Irvine (California) parla di antiossidanti e di strategie di arricchimento dell’ambiente di vita del cane anziano. “L’animale che invecchia – si legge nell’articolo – può manifestare una disfunzione cognitiva, sovrapponibile per alterazioni neurodegenerative sottostanti e caratteristiche istopatologiche, a quella dell’uomo affetto da malattia di Alzheimer. E tra le modifiche neurodegenerative, è sicuramente di primaria importanza il progressivo danno di natura ossidativa che stimola, e addirittura precede, la deposizione di proteina beta-amiloide ed induce consistenti alterazioni cerebrali età-correlate.”
La Head prospetta una possibile prevenzione dei deficit cognitivi legati all’invecchiamento: diete ricche di antiossidanti e misure di “arricchimento ambientale”, incentivando le relazioni sociali degli animali, attuando un’attività fisica giornaliera o stimolando la funzione cerebrale cognitiva con periodici test di apprendimento.
“Gli studi finora effettuati – conclude l’articolo – dimostrano che la combinazione di approcci antiossidanti e di strategie di arricchimento ambientale ha sostanziali effetti benefici sull’invecchiamento cerebrale: lo controlla e ne previene i possibili sbocchi patologici, che possono drasticamente compromettere la qualità di vita dell’animale che sta invecchiando.”

Head E. Combining an antioxidant-fortified diet with behavioral enrichment leads to cognitive improvement and reduced brain pathology in aging canines. Strategies for healthy aging. Ann NY Acad Sci 2007; 1114: 398-406

© 2007 Innovet
Cookie PolicyCookie PolicyPrivacy PolicyPrivacy Policy