Chiudi
Menu
Carrello

Gli ordini effettuati su questo sito verranno evasi
da Giulius Pet Shop.
Per consultare lo stato di un vostro ordine già effettuato
entrate nel vostro account su Giulius Pet Shop

Condroitin solfato contro l’artrosi

Il gruppo del famoso reumatologo belga Jean-Yves Reginster raccoglie e commenta in una dettagliata mini-review tutte le evidenze, sperimentali e cliniche, sulle attività anti-artrosiche, sia di tipo strutturale che sintomatico a lungo termine, del condroitin solfato.

Condroitin solfato contro l’artrosi

“Una delle strategie vincenti per prevenire o rallentare l’artrosi e le sue drammatiche conseguenze sta nell’uso del condroitin solfato: naturale costituente della cartilagine articolare; molecola essenziale per garantirne le importanti proprietà strutturali e funzionali; ma anche sostanza a spiccata attività anti-artrosica, stante la mole di evidenze scientifiche che oggi ne sanciscono l’efficacia condroprotettiva.”
Si apre con queste parole l’articolo di Reginster et al, pubblicato su “Mini-Reviews in Medicinal Chemistry” di novembre 2007. Un dettagliato excursus su questa molecola di cui vengono descritte le caratteristiche chimiche e biochimiche, per poi focalizzarsi sulla sua farmacocinetica ed elencarne, infine, le numerose evidenze cliniche nel management dell’artrosi.
Molecola dotata di molteplici attività anti-artrosiche il condroitin solfato, essenzialmente legate a tre attività farmacologiche, ampiamente dimostrate sia “in vivo” che “in vitro”: la stimolazione della sintesi dei proteoglicani, l’inibizione di sostanze capaci di degradare la matrice cartilaginea, l’attività tipicamente infiammatoria ed antiossidante.
Ampiamente dimostrata anche l’efficacia clinica del condroitin solfato: “Somministrato per via orale, il condroitin solfato a basso peso molecolare è in grado di esercitare un’attività anti-artrosica globale, non solo attraverso il ripristino lento e graduale della cartilagine, ma anche tramite un’azione sintomatica a lungo termine che la molecola esercita grazie alla capacità di accumularsi nel tempo in seguito a somministrazioni ripetute.”

Reginster JY, Heraud F, Zegels B, Bruyere O. Symptom and structure modifying properties of chondroitin sulfate in osteoarthritis. Mini-Reviews in Medicinal Chemistry 2007; 7: 1051-1061

© 2007 Innovet
Cookie PolicyCookie PolicyPrivacy PolicyPrivacy Policy