Chiudi
Menu
Carrello

Gli ordini effettuati su questo sito verranno evasi
da Giulius Pet Shop.
Per consultare lo stato di un vostro ordine già effettuato
entrate nel vostro account su Giulius Pet Shop

Una nuova Glucosamina

Uno studio sperimentale dimostra l’effetto ALIA della nuova forma di glucosamina, brevettata e registrata da Innovet con il marchio Glupamid®. A pubblicarlo è la rivista “Veterinaria”.

Una nuova Glucosamina

Il fascicolo di dicembre 2007 della rivista “Veterinaria” pubblica lo studio “in vitro” che ha portato alla dimostrazione dell’effetto ALIA di Glupamid® o palmitoilglucosamina. Firmato dal gruppo di Farmacologia Veterinaria dell’Università di Torino e da Alda Miolo del CeDIS Innovet, l’articolo inizia descrivendo lo schema sperimentale che ha portato alla valutazione dell’efficacia aliamidica di questa sostanza a potenziale anti-artrosico.
In particolare, sono state utilizzate cellule mastocitarie in coltura e, dopo averle incubate con serotonina marcata, si è proceduto a valutare l’entità della degranulazione di questo specifico mediatore, nonché ad osservare gli effetti di dosi crescenti di Glupamid® sul suo rilascio nel mezzo.
Il trattamento dei mastociti in coltura con Glupamid® ha inibito il rilascio di serotonina, con una percentuale di inibizione che cresceva in modo dose-dipendente dal 61% (per Glupamid® allo 0,01 microM), all’83% (per Glupamid® allo 0,1 microM), fino ad arrivare al 104%, per Glupamid® 1 microM.
L’evidenza sperimentale non lascia dubbi. Questa nuova forma di glucosamina appartiene, condividendone il meccanismo d’azione ALIA (Autacoid Local Injury Antagonism), alla classe delle aliamidi: quelle molecole capaci di legarsi a specifici recettori di membrana espressi principalmente sui mastociti e, così facendo, di down-modulare il rilascio di quei mediatori – serotonina in primis – direttamente coinvolti nella genesi di flogosi e dolore, anche a livello articolare.
Considerando che Glupamid® è, oltre che aliamide, anche glucosamina “con due marce in più” (rilascio intracellulare e biodisponibilità graduale e prolungata), va da sé che possa davvero configurarsi come promettente approccio “disease-oriented” all’artrosi del cane e del gatto: una sola molecola che racchiude in sé spiccate proprietà condroprotettive, da una parte, ed antinfiammatorio-analgesiche, dall’altra, quest’ultime legate alla sua natura aliamidica, oggi definitivamente validata.

Miolo A, Badino P, Barbero R, Re G. Effetti di una nuova forma di glucosamina sulla degranulazione dei mastociti. Studi in vitro. Veterinaria 2007; 21(6): 1-6

© 2008 Innovet
Cookie PolicyCookie PolicyPrivacy PolicyPrivacy Policy