Chiudi
Menu
Carrello

Gli ordini effettuati su questo sito verranno evasi
da Giulius Pet Shop.
Per consultare lo stato di un vostro ordine già effettuato
entrate nel vostro account su Giulius Pet Shop

Un libro sul crociato

Il college americano dei chirurghi veterinari (ACVS) dedica un intero libro alla rottura del legamento crociato. Sei capitoli su eziopatogenesi e gestione di una delle più frequenti cause di zoppia del cane.

Un libro sul crociato

Nel campo dell’Ortopedia Veterinaria, non ha precedenti un libro in cui più autori si concentrano esclusivamente su una singola malattia muscolo-scheletrica. A colmare questa lacuna interviene ora il libro sulla rottura del legamento crociato anteriore (LCA), curato dal noto ortopedico Peter Muir e scritto dal Gotha internazionale di specialisti in questo settore.
Il libro, si legge nella prefazione del coordinatore editoriale, ha l’obiettivo di fornire una visione d’insieme dei progressi che in ben sei decenni sono stati fatti non tanto nel campo della risoluzione chirurgica della rottura del legamento crociato, quanto piuttosto nella conoscenza dei meccanismi eziopatogenetici che scatenano questa importante causa di zoppia posteriore. Si discute, ad esempio, della predisposizione delle razze di taglia grande/gigante alla patologia del crociato. E si analizza in profondità la possibile patogenesi immuno-mediata, oltre che traumatica, piuttosto che il contributo che la sinovite cronica può dare alla degenerazione intrinseca di LCA.
Particolare attenzione viene riservata all’artrosi, considerata non solo un’inevitabile e precoce conseguenza della rottura legamentosa, ma addirittura un fattore scatenante, collegato all’instabilità dell’articolazione, e non suscettibile di miglioramento con la sola chirurgia.
La terapia. Dopo la sezione dedicata alle più accreditate terapie chirurgiche, il libro si concentra sulla “terapia medica multimodale”, principalmente votata a “minimizzare i segni clinici di artrosi, rallentarne la progressione e mantenere/migliorare la funzionalità dell’arto”. Trattamenti antinfiammatori ed analgesici, controllo del peso e condroprotettori sono i pilastri di questo approccio medico: da combinare tra loro in rapporto alla risposta individuale del paziente e, soprattutto, alla gravità della sua artrosi.
Le conclusioni? Un manuale molto interessante ed estremamente attuale: tutto da studiare.

Per l’acquisto online clicca su http://distribuzione.evsrl.it/ArticleDetail….

Muir P. Advances in the canine cranial cruciate ligament. Wiley-Blackwell ed. 2010, pp. 1-289

© 2010 Innovet
Cookie PolicyCookie PolicyPrivacy PolicyPrivacy Policy