Chiudi
Menu
Carrello

Gli ordini effettuati su questo sito verranno evasi
da Giulius Pet Shop.
Per consultare lo stato di un vostro ordine già effettuato
entrate nel vostro account su Giulius Pet Shop

PEA e mastociti: la nuova frontiera della ricerca

La PEA (palmitoiletanolamide) è capace di modulare i mastociti e, così facendo, esercita importanti effetti antinfiammatori e antalgici in numerose condizioni di interesse veterinario.

PEA e mastociti: la nuova frontiera della ricerca

Le aliamidi, di cui la PEA rappresenta la molecola capostipite, sono al centro di un filone di ricerca internazionale d’avanguardia sui bioregolatori lipidici prodotti fisiologicamente dai tessuti per contrastare infiammazione, prurito e dolore, attraverso meccanismi in parte condivisi con altri sistemi endogeni protettivi come gli endocannabinoidi.
Di questi meccanismi, quello definito dal premio Nobel Rita Levi Montalcini con l’acronimo ALIA (Autacoid Local Injury Antagonism), è uno dei più importanti, visto che ruota intorno alla capacità delle aliamidi, PEA in primis, di riportare a norma il comportamento funzionale (degranulazione) di una cellula, notoriamente coinvolta nelle vie nocicettive e infiammatorie di numerose malattie, sia acute che croniche: il mastocita.
Un articolo appena pubblicato a firma di un gruppo di farmacologi dell’”Endocannabinoid Research Group” rassegna i principali studi a favore del meccanismo ALIA con cui agisce la PEA, e ne riporta i risultati clinici finora ottenuti anche nel settore veterinario.
Un ricco panorama di dati scientifici che dimostrano la capacità della PEA di controllare l’iper-reattività dei mastociti residenti in molti tessuti, cute di cane compresa, come di controllarel’infiammazione acuta e cronica in vivo; e, infine, di esercitare significativi effetti antinfiammatori, antipruritogeni e antalgici in trial sia umani che veterinari. La review fa parte di un numero monografico che la rivista “CNS & neurological disorders- drug targets” ha dedicato al primo workshop internazionale sulla PEA (Pozzuoli, 9-10 febbraio 2012), a testimonianza dell’interesse che, da 15 anni a questa parte, la comunità farmacologica internazionale sta riservando a questo mediatore endogeno.

Scarica liberamente il pdf dell’articolo da: http://eurekaselect.com/107979/article

De Filippis D, Negro L, Vaia M, Cinelli MP, Iuvone T. New insights in mast cell modulation by palmitoylethanolamide. CNS & Neurological disorders-drug targets 2013; 12: 78-83

© 2013 Innovet
Cookie PolicyCookie PolicyPrivacy PolicyPrivacy Policy