Chiudi
Menu
Carrello

Gli ordini effettuati su questo sito verranno evasi
da Giulius Pet Shop.
Per consultare lo stato di un vostro ordine già effettuato
entrate nel vostro account su Giulius Pet Shop

Salute orale? Una priorità troppo spesso dimenticata

Il 2013 inizia con le raccomandazioni di una nota dentista veterinaria a non trascurare il cavo orale di cani e gatti. I consigli sono rivolti a tutti: medici veterinari e proprietari.

Salute orale? Una priorità troppo spesso dimenticata

Il numero di gennaio 2013 di “Journal of Small Animal Practice” si apre con un editoriale di Cecilia Gorrel sulla necessità di prestare più attenzioni e cure alla bocca di cani e gatti.
L’opinione della nota esperta di odontostomatologia veterinaria è che la risposta al bisogno di attenzioni preventive e cure tempestive espressamente rivolte al cavo orale sia ancora molto carente nel piccolo animale.
E le ragioni di questa situazione sono tante: la mancata inclusione della visita orale nelle procedure ambulatoriali di routine, tant’è che non sono certo infrequenti i casi di patologie orali diagnosticate solo nelle fasi più gravi e ormai difficilmente trattabili; la difficoltà a riconoscere certe condizioni del cavo orale con il paziente non sedato; lo scarso riconoscimento da parte del proprietario di “segnali d’allarme”, come l’alito cattivo (alitosi), che si sviluppano gradualmente e a cui il proprietario stesso finisce per abituarsi; una prevenzione, infine, ancora troppo sporadica e non opportunamente programmata.
In base alla mia esperienza personale, dice Gorrel, il veterinario generalista è chiamato a valutare “dente su dente” il cavo orale del suo paziente a 4 zampe. Fondamentale, inoltre, registrare l’eventuale presenza di malattia parodontale, misurare la profondità di tasche e difetti di forcazione, ricercare anomalie dei tessuti duri come carie e fratture. La prevalenza di malattie dentali nei pet, specie se anziani, è talmente elevata che qualsiasi investimento economico in questo settore è destinato ad essere rapidamente ammortizzato e abbondantemente ripagato.
Dal canto suo, il proprietario è chiamato a seguire con scrupolo e senso di responsabilità tutte quelle prescrizioni di igiene orale giornaliera che contribuiscono a mantenere l’amico a 4 zampe, anche se avanti con gli anni, in pieno benessere. “Come quando era giovane, a dispetto del tempo che passa”, conclude Gorrel nel suo editoriale di buon anno.

Gorrel C. Oral disease – often overlooked. J Small Anim Pract 2013; 54(1): 1-2
Articolo ad accesso libero e gratuito: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23278757

© 2013 Innovet
Cookie PolicyCookie PolicyPrivacy PolicyPrivacy Policy