Chiudi
Menu
Carrello

Gli ordini effettuati su questo sito verranno evasi
da Giulius Pet Shop.
Per consultare lo stato di un vostro ordine già effettuato
entrate nel vostro account su Giulius Pet Shop

Ricerca: cosa ci attende quest’anno

La prestigiosa rivista scientifica “Nature” stila l’elenco delle più promettenti ricerche biomediche che verranno portate avanti nel 2014.

Ricerca: cosa ci attende quest’anno

Dai virus, al cervello, al sistema immunitario, alla genetica. Stiamo parlando di alcuni degli argomenti che saranno oggetto di ricerche d’avanguardia nel corso del 2014. “Nature” ne stila la lista completa. Una “top ten” molto variegata, che comprende le 10 più promettenti ricerche previste per l’anno appena iniziato. Tra queste, citiamo:
1) la creazione di primati transgenici con difetti immunitari o disordini cerebrali, con l’obiettivo di migliorare la cura di molte malattie di interesse sia umano che veterinario;
2) lo sviluppo di un esoscheletro controllato dal cervello, che potrebbe aiutare i soggetti colpiti da lesioni spinali, tanto, scrive Nature, da “far loro tirare il calcio d’inizio dei Mondiali in Brasile”;
3) lo sviluppo di nuove terapie anti-cancro;
4) la realizzazione di anticorpi efficaci nel neutralizzare il virus HIV;
5) la rigenerazione con cellule staminali pluripotenti, iniettate in particolare a livello retinico per il trattamento di forme incurabili di cecità degenerativa;
6) la nascita di nuove tecnologie, come il “nanoporo biologico”, un dispositivo delle dimensioni di una piccola scheda di memoria, che permetterà il rapido sequenziamento del DNA.
Previsioni di Ricerca d’avanguardia anche nel settore della Salute animale, dove gli organismi internazionali di controllo e prevenzione si stanno attrezzando per combattere nuove emergenti infezioni e pandemie, anche attraverso la caratterizzazione del DNA degli agenti infettanti, e contrastare la piaga dell’antibiotico-resistenza [Info in: http://www.stltoday.com/lifestyles/health-med-fit/health/hea… ].
Anche Innovet farà la sua parte. Continuerà, con costanza e convinzione, quel percorso di Ricerca iniziato un ventennio addietro, e che ha gettato le basi di quella nuova biofarmacologia di modulazione, conosciuta con l’acronimo ALIA (“Autacoid Local Injury Antagonism”), capace di lenire infiammazione, dolore e prurito nel pieno rispetto dei meccanismi protettivi selezionati dalla Natura stessa.

Van Noorden R. What to expect in 2014. Nature 2014; 505: 13
http://www.nature.com/news/what-to-expect-in-2014-1.14448

© 2014 Innovet
Cookie PolicyCookie PolicyPrivacy PolicyPrivacy Policy