Chiudi
Menu
Carrello

Gli ordini effettuati su questo sito verranno evasi
da Giulius Pet Shop.
Per consultare lo stato di un vostro ordine già effettuato
entrate nel vostro account su Giulius Pet Shop

IL DOLORE DEL CANE E DEL GATTO: ARGOMENTO SEMPRE PIÙ “CALDO”

Il dolore è uno degli argomenti che nel 2014 ha suscitato più interesse tra i proprietari americani di cani e gatti, accanto a diabete, problemi dentali, iperaggressività canina e stress.

IL DOLORE DEL CANE E DEL GATTO: ARGOMENTO SEMPRE PIÙ “CALDO”

L’elenco degli “hot topics” 2014 si deve a DVM360 Magazine, la newsletter digitale di attualità veterinaria che in esordio di anno propone la top ten degli “handouts” (volantini) più scaricati e letti dai proprietari di cani e gatti (http://goo.gl/Ob6YLd). Molto diversi gli argomenti stilati nella classifica degli interessi dei lettori. Si va dal virus Ebola e dalla paura della sua trasmissibilità attraverso l’animale da compagnia; alla scala dei segni di aggressività canina; ai motivi che scatenano le reazioni da stress sia nel cane che nel gatto; alle “10 cose da ricordare per non perdere il proprio amico”; ai segni di paura e ansia dei nostri amici a quattrozampe; a problemi di grande impatto clinico-terapeutico, come il diabete, le malattie dentali e il dolore. Il dolore animale, in particolare, raccoglie intorno a sé la massima attenzione dei proprietari, desiderosi di capire, attraverso la lettura rapida e immediata di un volantino, come riconoscere la sofferenza del proprio cane o gatto e adottare un atteggiamento “pro-attivo”, ma il più possibile corretto e tempestivo. Tant’è che nel 2014 le società veterinarie americane hanno messo a disposizione dei proprietari agili manifesti riassuntivi dei segni, anche più nascosti, di dolore nel nostro amico a quattro zampe,e li hanno allertati sulle “sei cose da non dimenticare” per affrontare con tempestività i momenti di disagio: (1) ricordarsi che, specie nel gatto, il dolore si manifesta attraverso modifiche di natura comportamentale; (2) prestare particolare attenzione alle indicazioni del veterinario, evitando di omettere o sbagliare la somministrazione dei farmaci antalgici prescritti; (3) scegliere, in collaborazione con il veterinario, la formulazione e la via di somministrazione più gradita al proprio animale; (4) tenere ben presente che molti analgesici umani sono dannosi per cani e gatti; (5) rendere più confortevole l’ambiente di vita all’animale che soffre, migliorando ad esempio per il gatto l’accessibilità a divani e piani alti o abbassando la sponda delle lettiere; e (6) controllare il sovrappeso, fonte aggiuntiva di disagio, specie in caso di dolore cronico da artrosi. Scarica i depliant per proprietari sul dolore del cane e del gatto da: http://goo.gl/VGCkeW http://goo.gl/O46C0r

© riproduzione riservata

© 2015 Innovet
Cookie PolicyCookie PolicyPrivacy PolicyPrivacy Policy