Chiudi
Menu
Carrello

Gli ordini effettuati su questo sito verranno evasi
da Giulius Pet Shop.
Per consultare lo stato di un vostro ordine già effettuato
entrate nel vostro account su Giulius Pet Shop

MUSICA CLASSICA PER I GATTI IN CHIRURGIA

Durante la chirurgia, la musica classica influenza positivamente diametro pupillare e frequenza respiratoria del gatto, tanto da ridurre le dosi di anestetico, e migliorare la sicurezza del paziente.

MUSICA CLASSICA PER I GATTI IN CHIRURGIA

È uno studio portoghese a dimostrare i benefici effetti di tre generi musicali (classico, pop e “heavy metal”) su un campione di 12 gatte sottoposte a chirurgia per ovarioisterectomia. Partendo dal presupposto che nell’uomo la musica può influenzare funzioni vegetative autonome come la frequenza cardiorespiratoria, la temperatura corporea o il diametro pupillare, e che tale influenza dipende anche dal tipo di ritmo musicale cui il paziente è sottoposto in corso di anestesia generale, il team di studiosi dell’Università di Lisbona si è prefisso di dimostrare questa correlazione anche nel gatto. I risultati non lasciano dubbi. I gatti che vengono operati con sottofondo musicale classico presentano frequenza respiratoria e diametri pupillari molto più bassi rispetto ai pazienti esposti a ritmi musicali più sincopati e meno armoniosi. Il che significa che il gatto è in grado di differenziare gli stimoli uditivi anche in corso di anestesia profonda, e che ritmi musicali differenti possono ripercuotersi su due parametri fisiologici direttamente controllati dal sistema nervoso autonomo (parasimpatico). Cosa ancora più interessante, il controllo della funzione respiratoria e pupillare da parte della musica (soprattutto classica) potrebbe avere positive ripercussioni anche sull’utilizzo degli anestetici generali che, com’è noto, influenzano i parametri cardiorespiratori e hanno un margine di sicurezza particolarmente ristretto nel gatto tra dose terapeutica, tossica o anche letale. L’effetto rilassante della musica classica in corso di anestesia è visto dunque dagli autori come una strategia per ridurre la dose anestetica e, dunque, aumentare esponenzialmente la sicurezza del paziente felino in corso di procedure chirurgiche anche di routine. Mira F, Costa A, Mendes E, Azevedo P, Carreira ML. Influence of music and its genres on respiratory rate and pupil diameter variations in cats under general anaesthesia: contribution to promoting patient safety. J Feline Med Surg. 2015 Mar 30. pii: 1098612X15575778. [Epub ahead of print]. Leggi l’abstract di PubMed in http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25824137

© 2015 Innovet
Cookie PolicyCookie PolicyPrivacy PolicyPrivacy Policy