Chiudi
Menu
Carrello

Gli ordini effettuati su questo sito verranno evasi
da Giulius Pet Shop.
Per consultare lo stato di un vostro ordine già effettuato
entrate nel vostro account su Giulius Pet Shop

Dall’America le nuove linee guida di salute per cani di ogni età

Pubblicate le linee guida 2019 dell’AAHA (American Animal Hospital Association) sui bisogni di salute del cane cucciolo, adulto, senior e in fase terminale.

Dall’America le nuove linee guida di salute per cani di ogni età

LAAHA (organizzazione no profit degli ospedali americani per gli animali da compagnia) si affida a sette professionisti con diverse competenze specialistiche per rinnovare le linee guida delle pratiche professionali di base da applicare ai cani di tutte le età. L’obiettivo? Migliorare salute e benessere dei cani, dando una serie di raccomandazioni commisurate ai diversi periodi di vita dell’animale, anche incentivando il coinvolgimento e la responsabilizzazione del proprietario.

 

Rispetto alla precedente versione del 2012, le nuove linee guida, pubblicate sulla rivista ufficiale dell’organizzazione, suddividono la durata di vita del cane in cinque, anziché sei, periodi: cucciolo, adulto giovane, adulto maturo, senior e in fase terminale.

Benchè arbitraria – si legge –  questa suddivisione consente di impostare piani personalizzati di cura e prevenzione che tengono conto di variabili come l’età, la taglia, lo stile di vita, lo stato generale di salute e la razza.”

I sette specialisti riassumono pertanto i bisogni primari di salute del cane nei vari stadi di vita concentrandosi su dieci fattori salutistici:

  • lo stile di vita e i problemi di sicurezza correlati (es. ambiente domestico, esposizione ad agenti dannosi ambientali);
  • le zoonosi e i rischi per l’uomo;
  • il comportamento;
  • la nutrizione;
  • il controllo dei parassiti;
  • il programma vaccinale;
  • la salute dentale, con particolare riferimento alla profilassi parodontale e alle cure domiciliari;
  • la riproduzione;
  • le condizioni correlate alla razza, specie per quanto riguarda i fattori di “rischio artrosi”(es. displasie);
  • il profilo diagnostico di base.

 

Un’enfasi tutta particolare viene infine riservata al coinvolgimento del proprietario che “deve essere sempre fatto partecipe delle decisioni del medico, nonché dell’andamento della malattia del proprio animale, in termini di diagnosi, prognosi e scelta terapeutica.”

 

Creevy KE, Grady J, Little SE, Moore GE, Strickler BG, Thompson S, Webb JA. 2019 AAHA Canine Life Stage Guidelines. J Am Anim Hosp Assoc. 2019 Nov/Dec;55(6):267-290

© 2019 Innovet
Cookie PolicyCookie PolicyPrivacy PolicyPrivacy Policy