Menu
A member of the Swedencare family

Acido lipoico: la “carriera” di una molecola oggi impiegata nell’artrosi del cane in crescita

Posto d’onore nel numero di Febbraio 2002 della rivista “Veterinaria” per una review sulla farmacologia dell’acido DL-a-lipoico, molecola che dagli anni Cinquanta ad oggi si è arricchita di straordinarie valenze terapeutiche, fino ad approdare alla prevenzione ed alla cura dell’artrosi del cane in crescita.
Acido lipoico: la “carriera” di una molecola oggi impiegata nell’artrosi del cane in crescita

Conosciuto, fino a pochi anni fa, solo dagli “addetti ai lavori” come cofattore essenziale per il funzionamento di enzimi chiave nel metabolismo delle cellule, oggi ALA viene visto come sostanza dalle grandi potenzialità applicative proprio nell’artrosi secondaria alle DOD (Developmental Orthopaedic Disease), cioè a quel ventaglio di malattie ortopediche che, purtroppo molto frequentemente, colpiscono il cane durante la crescita. E a dimostrare il razionale di questo importante binomio ALA – artrosi del cane in crescita sono Elisabetta Ferro, Direttore dell’Istituto di Clinica Medica della Facoltà di Medicina Veterinaria di Milano, ed Alda Miolo, coordinatore del CeDIS (Centro di Documentazione e Informazione Scientifica) di Innovet. Punto di partenza: la dimostrazione del ruolo essenziale che la “debolezza costituzionale”, e la scarsa efficienza funzionale, di muscoli, tendini e legamenti (sinergicamente accorpati nell’unità mio-teno-legamentosa o MTL) rivestono nell’avviare le DOD che scatenano l’artrosi. È questo il fondamentale presupposto da cui parte il razionale di utilizzo di ALA, dotato, proprio nei confronti dell’unità MTL, di straordinarie attività: a) ottimizza il metabolismo dei muscoli, aumentandone la disponibilità in glucosio e, dunque, la resa energetica, con conseguente miglioramento del tono muscolare e della capacità di conferire stabilità alle articolazioni; b) protegge l’unità MTL dai danni ossidativi, contribuendo alla continua risintesi del glutatione ridotto (GSH), uno dei composti più importanti nella rete delle difese antiossidanti endogene dei tessuti. “ALA – concludono gli Autori – si dimostra in grado di preservare e/o ripristinare la performance metabolica muscolare, con il conseguente miglioramento dell’efficienza dei meccanismi di stabilizzazione di un’articolazione in sviluppo.”
L’articolo può essere richiesto in copia, per soli fini di studio personale, al CeDIS cedis@innovet.it
Ferro E., Miolo A., 2002, Nuove prospettive nella prevenzione e nel trattamento dell’artrosi del cane in crescita: acido DL-a-lipoico, Veterinaria, 1: 9-17.

© 2002 Innovet