Chiudi
Menu
Carrello

Gli ordini effettuati su questo sito verranno evasi
da Giulius Pet Shop.
Per consultare lo stato di un vostro ordine già effettuato
entrate nel vostro account su Giulius Pet Shop

Condroprotettori: uno studio su larga scala.

Si chiama GAIT – Glucosamine/Chondroitin Arthritis Intervention Trial – ed è promosso dall’NIH (National Institutes of Health) americano il primo studio clinico multicentrico sugli effetti di glucosamina e condroitin solfato nell’artrosi del ginocchio. Coinvolti ben 1558 pazienti afferenti a 13 centri di eccellenza nel settore delle malattie muscolo-scheletriche. I risultati? A marzo 2005.
Condroprotettori: uno studio su larga scala.

Risale al 1998 il progetto di questo studio clinico su vasta scala dell’NIH che, a maggio 2004, ha incluso 1558 pazienti con diagnosi clinica e radiografica di gonartrosi. Obiettivo: testare l’efficacia di glucosamina e condroitin solfato – somministrati per via orale per un periodo di 24 settimane – nel ridurre il dolore e migliorare la funzionalità articolare di questi pazienti.
“I soggetti – spiegano gli esperti dell’NIH – sono stati suddivisi in cinque gruppi, trattati rispettivamente con i condroprotettori, da soli o in combinazione, con un FANS – il celecoxib – solitamente impiegato nel controllo del dolore da artrosi ed, infine, con placebo”. Il disegno dello studio prevede una valutazione clinica e radiografica a periodicità mensile ed uno stretto monitoraggio del miglioramento sintomatologico, nonché delle possibili reazioni avverse a queste sostanze. “Abbiamo anche messo a punto – spiegano ancora i coordinatori del trial multicentrico – uno studio secondario, in cui circa la metà dei pazienti arruolati nel GAIT continuerà per altri 18 mesi la supplementazione con condroprotettori. In questo caso, il nostro obiettivo è quello di valutare l’influenza di queste sostanze sulla progressione dell’artrosi del ginocchio. E ciò sarà possibile confrontando le radiografie eseguite all’inizio dello studio con quelle effettuate dopo 1-2 anni di trattamento.”
Marzo 2005 è la data che l’NIH stesso indica come conclusione dello studio multicentrico. Uno studio di indubbia importanza, sicuramente destinato a fornire importanti informazioni sull’efficacia, sia strutturale che sintomatica a lungo termine, dei condroprotettori orali.
Maggiori informazioni sullo studio clinico nel sito http://nccam.nih.gov/news/19972000/121100/qa.htm

Biggee BA, McAlindon T, 2004, Glucosamine for osteoarthritis. Part I, Review of the clinical evidence, Medicine and Health/Rhode Island, 87(6): 176-179
© 2004 Innovet
Cookie PolicyCookie PolicyPrivacy PolicyPrivacy Policy