Chiudi
Menu
Carrello

Il servizio ordini on-line
è momentaneamente non disponibile.
Potete acquistare i prodotti Innovet
su Giulius Pet Shop

SIOVET si rinnova

Cremona, Palazzo Trecchi, 27-28 novembre 2004. Queste le coordinate dell’incontro che la SIOVET (Società Italiana di Ortopedia Veterinaria) ha organizzato sulle “patologie non traumatiche del gomito”. Un’intensa due giorni di relazioni ad alto livello, accompagnate anche dall’elezione del nuovo Consiglio Direttivo SIOVET, con, al vertice, l’avvicendamento tra Carlo Maria Mortellaro – Presidente uscente – e Bruno Peirone, chiamato ora a dirigere la Società Specialistica per il prossimo triennio.
SIOVET si rinnova

È toccato proprio a Carlo Maria Mortellaro – professore di Patologia Chirurgica Veterinaria presso il Dipartimento di Scienze Cliniche Veterinarie dell’Università di Milano, nonché Presidente SIOVET – aprire i lavori di questo qualificato incontro di aggiornamento, con una vera e propria “lectio magistralis” sulla displasia del gomito (ED, Elbow Dysplasia), inquadrata sia clinicamente che da un punto di vista patogenetico.
A seguire, tutti i nomi più noti dell’Ortopedia Veterinaria in Italia: da Aldo Vezzoni (diagnosi precoce di ED), a Massimo Olivieri (trattamento artroscopico dell’ED), a Filippo Maria Martini (incompleta ossificazione del condilo omerale), a Bruno Peirone (lussazioni congenite del gomito). Un’occasione davvero importante per tutti i soci SIOVET che, con l’occasione, hanno eletto anche il nuovo Consiglio Direttivo, destinato a rimanere in carica per i prossimi tre anni.
Particolarmente significativo il “cambio della guardia” al vertice della Società. Il passaggio di consegne da Carlo Maria Mortellaro a Bruno Peirone è avvenuto con una breve, ma sentita, cerimonia di ringraziamento, suggellata dalla commozione dei diretti interessati e dalle parole di Renato della Valle di Innovet: “Grazie a Carlo Maria Mortellaro, il Professore, anche noi di Innovet abbiamo imparato molte cose: la serietà e l’onestà dell’informazione scientifica, la puntigliosità nello studio delle diverse problematiche…Ma, soprattutto, abbiamo imparato a non crearci delle certezze assolute, perché i dubbi sono eccezionali stimoli per fare ricerca, mentre le certezze assolute rappresentano la “morte” della scienza e del progresso.” “L’essere superati sul piano scientifico è, non solo un destino, ma anche uno scopo”. La frase – impressa sul vassoio che Peirone ha consegnato al professore in segno di ringraziamento del mandato egregiamente assolto in SIOVET – ben sintetizza l’operato di uno studioso che, come ha concluso della Valle, “ha dato, sta dando e continuerà tanto a dare a tutta la Veterinaria Italiana e, soprattutto, all’Ortopedia.”

© 2004 Innovet
Cookie PolicyCookie PolicyPrivacy PolicyPrivacy Policy