Menu
A member of the Swedencare family

Glucosamina: efficace e, soprattutto, sicura

Il numero di gennaio 2005 di “Food and Chemical Toxicology” pubblica un’esaustiva review sulla glucosamina. Una documentata rassegna sull’efficacia anti-artrosica di questo “mattone da costruzione” della matrice cartilaginea, ma anche un’interessante raccolta dei dati disponibili sulla sua sicurezza d’impiego, in termini di assenza di effetti collaterali e di possibili interferenze con il metabolismo del glucosio.
Glucosamina: efficace e, soprattutto, sicura

L’articolo porta la firma di eminenti clinici e farmacologi di due note Università americane (Lexington e Richmond) ed è una ragionata revisione di tutte le informazioni attualmente disponibili riguardo ad una delle molecole più utilizzate nella terapia “di fondo” o “disease-oriented” per l’artrosi: la glucosamina.
Anderson e coll. redigono il loro puntiglioso report partendo dalla descrizione delle principali caratteristiche farmacocinetiche della glucosamina: assorbimento significativo (>87%) dopo somministrazione orale, sia nell’uomo che nel cane; elevata biodisponibilità e rapida distribuzione tissutale, con particolare predilezione per i tessuti articolari, cartilagine in primis.
Di vero interesse i dati sulla sicurezza d’impiego della glucosamina. “Negli animali – si legge nell’articolo – la DL50 [NdR: dose letale media, quantità capace di determinare la morte di metà degli animali in studio] di questa sostanza somministrata per via orale è approssimativamente 8000 mg/kg e nessun effetto collaterale si verifica per trattamenti della durata di un anno, alla dose di 2700 mg/kg.”
A significare l’ottima tollerabilità e, dunque, la sicurezza d’impiego di questo condroprotettore.Circa la possibile interferenza della glucosamina con il metabolismo del glucosio, gli Autori rispondono così: “La somministrazione giornaliera di 1500 mg per 28 giorni non ha avuto alcun effetto sui test di tolleranza al glucosio o di sensibilità all’insulina…Complessivamente, 16 trial clinici confermano che tale molecola non interferisce con i valori ematici del glucosio.”
Riportiamo, infine, le conclusioni riassuntive degli Autori: “La somministrazione orale di glucosamina ha un’ottima tollerabilità, sia nell’uomo che negli animali…non determina ripercussioni sull’omeostasi glucidica…non interferisce con parametri ematochimici, cardiovascolari e renali…è efficace nel ridurre i sintomi dell’artrosi.”

Articolo disponibile su richiesta a cedis@innovet.it

Anderson JW, Nicolosi RJ, Borzelleca JF, 2005, Glucosamine effects in humans: a review of effects on glucose metabolism, side effects, safety considerations and efficacy, Food and Chemical Toxicology, 43: 187-201
© 2005 Innovet