Menu

Il profilo comportamentale delle razze canine

Un’indagine conoscitiva condotta in Italia su 49 razze di cani evidenzia similitudini e differenze comportamentali con soggetti provenienti da America ed Inghilterra. Esempio: lo Yorkshire Terrier si rivela tendenzialmente aggressivo solo nel nostro Paese.
Il profilo comportamentale delle razze canine

L’indagine – pubblicata nel fascicolo di febbraio 2007 di “Applied Animal Behaviour Science”- è stata condotta dalla comportamentalista Lorella Notari (Varese) e da Deborah Goodwin della Facoltà di Psicologia di Southampton (UK). “I dati – si legge nell’articolo – sono stati raccolti mediante distribuzione postale di un questionario a 112 veterinari italiani e a 56 figure non veterinarie, tra addestratori, consulenti comportamentali e responsabili di strutture di volontariato…Il questionario esortava a rispondere a 13 quesiti incentrati su specifici tratti comportamentali delle razze canine indagate: dall’eccitabilità, al comportamento di gioco, al bisogno di attenzioni, alla facilità di addestramento o di adattamento alla vita domestica.”
L’articolo spiega nel dettaglio il profilo comportamentale di tutte le razze, suddivise secondo la classificazione della FCI (Federation Cynologique International) e comparate, poi, con quanto precedentemente rilevato in altri paesi, come Inghilterra ed America. “Ad esempio – scrivono Notari e Goodwin – delle sette razze del gruppo 1, classificate ad alto potenziale aggressivo, cinque lo erano in tutti e tre i paesi indagati, il Miniature Schnauzer lo era in Italia e in America, mentre lo Yorkshire Terrier si rivelava aggressivo solo in Italia.”
“Questo studio – si legge nelle conclusioni – fornisce molte informazioni utili a capire sempre di più il profilo comportamentale dei cani di razza pura. Unitamente alla consapevolezza del valore di una corretta stimolazione socio-ambientale fin dai primi mesi di vita, la diffusione di queste informazioni può, da una parte, creare proprietari più responsabili e, dall’altra, facilitare il compito degli esperti nel dare i consigli più adeguati nella scelta del proprio animale da compagnia.”

Notari L, Goodwin D, 2007, A survey of behavioural characteristics of pure-bred dogs in Italy, Applied Animal Behaviour Science, 103: 118-130
© 2007 Innovet