Menu

Resveratrolo. E invecchi meglio!

Grazie ai potenti effetti antiossidanti, il resveratrolo si configura come un neuroprotettore naturale, utile a combattere l’invecchiamento cerebrale e le patologie ad esso correlate. Ne parla l’“Annals of the New York Academy of Sciences”.
Resveratrolo. E invecchi meglio!

L’invecchiamento rappresenta un fattore di rischio non modificabile per il cervello che, con l’età, va incontro ad una neurodegenerazione, alla base di malattie come il morbo di Alzheimer (AD). Tenendo presente il ruolo dello stress ossidativo nella genesi delle alterazioni neurodegenerative, neurologi e geriatri del “Karolinska Institute” di Stoccolma hanno indagato la potenza antiossidante di un noto polifenolo naturale ad effetto anti-aging: il resveratrolo.
Dall’analisi post-mortem della corteccia frontale di soggetti affetti da AD, è stato evidenziato che il resveratrolo è in grado di bloccare in maniera dose-dipendente le alterazioni ossidative che avviano i danni neurodegenerativi, con un’efficacia che si è rivelata superiore a quella di altri polifenoli naturali, come curcumina e genisteina.
Si tratta di indicazioni importanti che danno un orientamento circa la scelta delle sostanze ad effetto neuroprotettivo. I risultati di questo studio dimostrano, infatti, come il resveratrolo sia il più efficace nel limitare lo sviluppo di patologie neurodegenerative. Gli Autori concludono consigliando l’utilizzo del resveratrolo nelle patologie cerebrali età-dipendenti, correlate allo stress ossidativo.

Jefremov V, Zilmer M, Zilmer K, Bogdanovic N, Karelson E. Antioxidative effects of plant polyphenols. From protection of G protein signaling to prevention of age-related pathologies. Ann NY Acad Sci 2007; 1095: 449-457
© 2007 Innovet