Menu

Associare Condrostress® alla TPLO

Un nuovo studio presentato all’Europeo di Ortopedia dimostra il vantaggio di associare Condrostress® alla chirurgia TPLO (Tibial Plateau Levelling Osteotomy) per la rottura del crociato.
Associare Condrostress® alla TPLO

Si è appena concluso il 16° congresso della Società europea di ortopedia veterinaria (ESVOT): un evento di altissimo livello scientifico, che ha visto esperti del settore provenienti da tutto il mondo confrontarsi su “temi caldi”, tra cui la displasia del gomito, l’artrosi, la riabilitazione canina, l’artroscopia, il trattamento delle fratture e la traumatologia felina. Nella sessione di comunicazioni libere coordinata da John Houlton, l’attuale Presidente SIOVET Filippo Maria Martini ha presentato i risultati di uno studio clinico e spettroscopico, condotto in collaborazione con Antonio Crovace (Università di Bari), che ha valutato gli effetti dell’associazione Condrostress® e chirurgia TPLO sull’artrosi secondaria a rottura del legamento crociato craniale (LCC) del cane. In breve, 13 cani, affetti da rottura completa monolaterale di LCC ed artrosi del ginocchio da lieve a moderata, sono stati tutti sottoposti a TPLO e successivamente divisi in due gruppi, di cui uno trattato con Condrostress® per 90 giorni, e l’altro non trattato (gruppo di controllo). Significativi i risultati riscontrati all’analisi con spettroscopia di risonanza magnetica protonica (1H-NMR) del liquido sinoviale, prelevato per artrocentesi alla visita iniziale e dopo 30, 60 e 90 giorni dall’inizio dello studio. A differenza del gruppo di controllo, i trattati con Condrostress® e TPLO dimostrano una riduzione dei livelli sinoviali di metaboliti drasticamente aumentati in corso di artrosi e considerati marker indiretti di infiammazione, degenerazione e squilibrio metabolico muscolare. Il lattato, in particolare, il cui aumento viene considerato indice di ipossia/infiammazione, rimane significativamente più basso rispetto al gruppo di controllo. Così pure la concentrazione di creatina, marker di infiammazione endoarticolare e di compromissione metabolica muscolare, rimane significativamente più bassa nel liquido sinoviale dei trattati rispetto a quella misurata nei cani di controllo. Interessanti anche gli effetti sul parametro “zoppia”. In entrambi i gruppi, il punteggio medio di zoppia subisce una significativa riduzione 30 giorni dopo la chirurgia. Alle successive valutazioni, però, l’andamento nel tempo di questo punteggio si rivela migliore nel gruppo dei trattati rispetto a quello degli animali di controllo. Concludendo, si tratta di risultati che confermano quanto già precedentemente dimostrato in merito alla capacità di Condrostress® di esercitare effetti di riequilibrio metabolico endoarticolare rispetto alla sola chirurgia. Il miglior andamento del punteggio di zoppia osservato nel gruppo dei trattati con l’associazione terapeutica depone anche a favore di un beneficio clinico addizionale del nutraceutico condroprotettore sulla chirurgia di stabilizzazione con tecnica TPLO. Traduzione italiana dell’abstract ESVOT 2012 disponibile su richiesta a cedis@innovet.it

Martini FM, Brandstetter de Bellesini A, Miolo A, Fanizzi FP, Crovace A. Effects of tibial plateau levelling osteotomy plus chondroprotection on osteoarthritis secondary to canine cruciate ligament rupture. A proton-NMR and clinical study. Proceedings 16th ESVOT Congress, Bologna, September 12th-15th, 2012, Bologna, pp. 465-466
© 2012 Innovet