Menu

Controllare il dolore da artrosi nel gatto

Usare la combinazione più appropriata e sicura. Questa è la strategia consigliata da David Bennett per avere la meglio sul dolore cronico da artrosi nel gatto domestico.
Controllare il dolore da artrosi nel gatto

L’ortopedico scozzese David Bennett è un’autorità internazionale nel settore dell’artrosi del gatto. Autore di numerose rassegne e studi epidemiologici sull’argomento, nonché ideatore di specifici questionari comportamentali, Bennett si ritaglia ora uno spazio nella rivista ufficiale dell’Associazione internazionale di medicina felina (ISFM) per delineare lo stato dell’arte della gestione terapeutica del dolore cronico articolare nei felini domestici.
Fondamentale, innanzitutto, trovare la giusta combinazione. Come il cane, anche il gatto non beneficia, infatti, della monoterapia anti-artrosica. Con l’aggravante che la peculiare predisposizione dei felini alla tossicità da antinfiammatori (FANS), come la frequente concomitanza dell’artrosi con malattie che rendono difficile il corretto smaltimento dei farmaci (es. insufficienza renale), fanno sì che la via da percorrere sia necessariamente quella della multimodalità: l’uso, cioè, di approcci combinati, capaci di agire su diversi bersagli delle vie del dolore, e dotati di una sinergia di effetto che ne consente l’impiego ai dosaggi più bassi e, dunque, più sicuri possibili.
Bennett elenca i capisaldi della combinazione terapeutica contro il dolore da artrosi nel gatto: dai FANS, da utilizzare però con tutte le raccomandazioni e cautele già rese note nel 2010 dalla stessa ISFM [vedi in https://www.innovet.it/ov-flash-news/26-07-2010/fans-nel-gatt… ]; ai condroprotettori, cui evidenze cliniche assai recenti attribuiscono specificatamente nel gatto un effetto prolungato nel tempo sul dolore e la zoppia da artrosi; alle misure non farmacologiche (es. correzione dell’obesità) e di arricchimento ambientale. Dato che il dolore cronico determina nel gatto significative alterazioni comportamentali e/o dello stile di vita, è opinione supportata anche da Bennett che migliorare l’ambiente di vita dell’animale, adattandolo alla sua performance articolare, sia un sistema assolutamente valido per migliorare il benessere psico-fisico del nostro felino domestico affetto da artrosi.

Bennett D, Ariffin SM, Johnston P. Osteoarthritis in the cat. 2: How should it be managed and treated? Journal of Feline Medicine and Surgery 2012; 14: 76-84 http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22247327

© 2012 Innovet