Chiudi
Menu
Carrello

Gli ordini effettuati su questo sito verranno evasi
da Giulius Pet Shop.
Per consultare lo stato di un vostro ordine già effettuato
entrate nel vostro account su Giulius Pet Shop

Dolore dell’uomo e del cane a confronto

Innovet parteciperà al 18° quadrangolare della Sanità di calcio con un seminario scientifico dedicato alle tante similitudini (e poche differenze) esistenti tra dolore umano e animale.

Dolore dell’uomo e del cane a confronto

Dal 1 al 3 maggio 2015 si svolgerà ad Arezzo il 18° Quadrangolare della Sanità di calcio tra le nazionali di biologi, farmacisti, medici e veterinari. Una tre giorni di sport e divertimenti culturali ed enogastronomici, organizzati quest’anno dalla nazionale di calcio dei veterinari, e supportata, per quanto riguarda l’iniziativa scientifica correlata, da Innovet e dalla consociata Epitech Group. Tema dell’iniziativa scientifica multidisciplinare il dolore, affrontato da Giorgia della Rocca, direttore scientifico del CeSDA (Centro di Studi sul dolore animale) e fondatrice del gruppo di studio SCIVAC di algologia (Algovet), nell’ottica della comparazione tra uomo e cane. Un’occasione, dunque, davvero preziosa per capire da un esperto di dolore animale le tante similitudini condivise con la controparte umana: dalle vie neurofisiologiche (nocicettive) di trasmissione, modulazione e integrazione cosciente della sensazione dolorosa; al significato biologico del dolore come sistema protettivo autolimitantesi, finalizzato a mettere al riparo l’organismo dagli stimoli nocivi; ai vari tipi di dolore patologico, connessi ad una persistente risposta infiammatoria dei tessuti (dolore infiammatorio), ma anche a disfunzioni dirette del sistema nocicettivo, tali da generare un dolore, conosciuto come “neuropatico”, privo di qualsiasi funzione biologica e svincolato dalla causa primaria che lo ha causato. Della Rocca si soffermerà altresì sulle differenze (poche) tra dolore umano e animale. Prima tra tutte, l’impossibilità dei nostri amici a quattro zampe di trasformare le loro esperienze dolorose in parole e la tendenza a nasconderle. Motivo per cui la diagnosi di dolore animale transita anche per la valutazione dell’impatto che tale situazione di disagio provoca sul comportamento e sulle normali abitudini di vita del nostro quattrozampe. Relativamente alla gestione terapeutica del dolore, della Rocca introdurrà il concetto di multimodalità: una strategia, valida sia per l’uomo che per l’animale da compagnia, basata sull’associazione di sostanze e/o tecniche diverse, capaci di agire in sinergia sui molteplici meccanismi del dolore. Alda Miolo (CeDIS Innovet) prenderà infine lo spunto da questi concetti per soffermarsi sulle molecole d’avanguardia per affrontare il dolore, infiammatorio, ma soprattutto neuropatico. Si parlerà in particolare di PEA-q: il composito co-ultramicronizzato di palmitoiletanolamide e quercetina che, in funzione della capacità di down-modulare cellule immuno-infiammatorie non neuronali (mastociti e microglia) e contrastare lo stress ossidativo, rappresenta oggi un sistema unico e innovativo per la bioregolazione fisiologica (“secondo Natura”) della reattività nervosa e della nocicezione. L’incontro è gratuito e aperto a tutti i professionisti della Sanità. Per ragioni organizzative, è obbligatoria solo la pre-iscrizione on line su su https://www.innovet.it/eventi oppure via mail a innovet@innovet.it Scarica il programma completo della manifestazione http://www.ordmedlu.it/index.php/notizie/news/1545-18-quadra…

© 2015 Innovet
Cookie PolicyCookie PolicyPrivacy PolicyPrivacy Policy