Chiudi
Menu
Carrello

Gli ordini effettuati su questo sito verranno evasi
da Giulius Pet Shop.
Per consultare lo stato di un vostro ordine già effettuato
entrate nel vostro account su Giulius Pet Shop

Ma quanto è intelligente il mio cane!

Scoperte nuove analogie tra intelligenza canina e umana, con possibili ripercussioni sulla comprensione del legame tra salute e capacità cognitive.

Ma quanto è intelligente il mio cane!

L’intelligenza dei nostri amici a quattrozampe funziona in modo analogo alla nostra. A questa conclusione arriva Rosalind Arden che, coordinando un team di ricercatori dell’Università di Edimburgo, misura l’intelligenza di 68 Border Collie, sottoponendoli ad una serie di compiti cognitivi con l’obiettivo di rispondere al seguente interrogativo: “ Se un cane è particolarmente abile in un determinato test, può avere risultati sopra la media anche in altri test?”

 

La risposta è stata affermativa. Chi ha avuto buoni risultati in uno dei compiti cognitivi assegnati (raggiungere ad esempio una ricompensa di cibo dopo aver superato diversi ostacoli, o valutare la porzione più abbondante da scegliere), tendeva ad essere superiore alla media anche nelle altre prove.

 

Secondo gli esperti, questa scoperta potrebbe portare a una svolta nella comprensione del legame tra intelligenza e salute. “Studi recenti – si legge nei risultati della ricerca pubblicati sulla rivista Intelligencehanno dimostrato che le persone intellettualmente più brillanti tendono a vivere più a lungo… Per l’uomo però questo aspetto è difficile da approfondire perché le scelte di vita – fumo, alimentazione, alcool ed esercizio fisico – hanno un grande impatto sulla salute e impediscono di stabilire con certezza una correlazione univoca tra intelligenza e salute.”

 

I canicontinua la Ardensono molto più affidabili: non fumano, non fanno uso di droghe e alcool, fanno attività fisica regolare.” Stabilito pertanto che l’intelligenza dei cani è misurabile come lo è nell’uomo, il nostro amico a quattro zampe si configura come modello privilegiato per migliorare la nostra comprensione sul collegamento tra intelligenza, salute e, dunque, aspettativa di vita.

 

Arden R, Adams MJ. A general intelligence factor in dogs. Intelligence 2016; 55: 79-85

© 2016 Innovet
Cookie PolicyCookie PolicyPrivacy PolicyPrivacy Policy