Chiudi
Menu
Carrello

Gli ordini effettuati su questo sito verranno evasi
da Giulius Pet Shop.
Per consultare lo stato di un vostro ordine già effettuato
entrate nel vostro account su Giulius Pet Shop

Artrosi. Una vera emergenza veterinaria

Nell’ultimo decennio la prevalenza dell’artrosi è salita alle stelle, soprattutto a causa dell’obesità che colpisce i nostri cani e gatti.

artrosi

Se l’artrosi (osteoartrite) è salita alle stelle nell’ultimo decennio, con un aumento del 66% nel cane e del 150% nel gatto, non è colpa dell’età.  Si intitola infatti “When age is not the culprit” il rapporto 2019 della rete di cliniche americane Banfield Pet Hospitals che, in funzione delle più recenti statistiche, include l’artrosi del piccolo animale tra i VET® (Veterinary Emerging Topics).

 

Il rapporto Banfield è prodigo di cifre e percentuali. Il 20% dei cani e il 4% dei gatti di età superiore ai 10 anni soffrono di artrosi. Di questi, il 52% dei cani e il 41% dei gatti si sono rivelati in sovrappeso o francamente obesi.

 

Tanto che tra artrosi e obesità esiste una pericolosa alleanza che si ripercuote su entrambe le condizioni. I cani artrosici hanno 1,7 probabilità in più di sviluppare obesità, e quelli obesi sono 2,3 volte più propensi all’osteoartrite. Così pure i gatti artrosici hanno 1,2 probabilità in più di diventare i “ciccioni” di casa.

 

Tutto dipende dal dolore e dal disagio che l’artrosi provoca alle articolazioni dell’animale. Più il cane (o il gatto) soffre, meno si muove e più guadagna peso. Insomma, un ciclo vizioso di danno in cui molte volte è difficile capire qual è il “bandolo” iniziale della matassa: un trauma che evolve in artrosi e che, compromettendo la mobilità del nostro amico, lo induce a muoversi meno e ad uscire rapidamente dai parametri del “peso ideale”; ma anche il sovrappeso in sé, che sovraccarica le articolazioni e scatena un’infiammazione “sotto soglia” (low-grade inflammation) che logora le articolazioni ed accelera l’involuzione artrosica.

 

Le conclusioni degli esperti Banfield non danno spazio a fraintendimenti.” Aver identificato l’obesità come uno dei fattori più coinvolti nel recente incremento dei problemi articolari di cani e gatti, apre la strada a nuove opportunità di intervento che, nell’ambito dell’approccio multimodale ai tanti meccanismi dell’artrosi, tengano anche conto di quei fattori di rischio, obesità in testa, che ne facilitano la comparsa e ne peggiorano il decorso.”  

 

 

Veterinary Practice News. Osteoarthritis in pets on the rise alongside obesity epidemic. June, 2019

 

Banfield Pet Hospital. VET Report. When age is not the culprit: opportunities to improve outcomes in arthritic pets. January 2019

© 2019 Innovet
Cookie PolicyCookie PolicyPrivacy PolicyPrivacy Policy