Menu

Cani in spiaggia: il decalogo di una buona e sana convivenza

Come possiamo godere della vicinanza dei nostri amici cani anche in spiaggia, senza dare fastidio ai vicini di ombrellone? Ecco un breve decalogo per una corretta e felice convivenza.
Cani in spiaggia: il decalogo di una buona e sana convivenza

Un’estate sempre insieme è l’obiettivo di chiunque ami il proprio animale da compagnia e desideri averlo accanto a sé ovunque: a casa propria, ma anche in montagna, al lago, in piscina e al mare, meta più gettonata di vacanza per oltre l’80% degli italiani.

 

Che fare, dunque, se vogliamo avere il nostro amico a quattro zampe in spiaggia accanto a noi, senza però dare fastidio agli altri, magari a persone che non condividono il nostro incondizionato amore per gli animali?

 

Ecco un sintetico decalogo di pacifica e serena convivenza.

  1. Pianifichiamo il dove e come. Oggi è semplice organizzare una vacanza “a misura di Fido”. Con un clic di computer possiamo conoscere le spiagge pet-friendly d’Italia e ridurre di molto il rischio di incontrare persone intolleranti verso i nostri animali.
  2. Un cane in salute non è un pericolo per nessuno. Una visita veterinaria pre-ferie è la miglior garanzia per portare in vacanza un cane sano, adeguatamente protetto da parassiti interni ed esterni e perfettamente in grado di sostenere lo stress da ferie al mare.
  3. Attenzione al sole. Specie per i cani a mantello chiaro o pelo raso, è da controllare il tempo di esposizione alla luce solare. Per tutti i 4 zampe, vale l’allerta “colpo di calore”. I nostri animali non sudano, né tantomeno abbracciano gli alberi più freddi per regolare, come fanno i koala, la loro temperatura corporea. Molte volte, se il nostro cane si dimostra aggressivo nei confronti delle persone, è solo perché “il caldo gli dà alla testa” e ha solo bisogno di ombra, specie nelle ore più calde.
  4. Come brucia la sabbia! La sabbia rovente può bruciare i polpastrelli e causare problemi a occhi e orecchie. Predisponiamo un telo-mare apposta per lui e utilizziamolo anche per pulirlo o asciugarlo periodicamente.
  5. Acqua sempre a disposizione. Una ciotola d’acqua fresca è il segreto per tenere i nostri cani tranquilli e in salute. Se non hanno sete, eviteranno anche di bere l’acqua salata che, se ingerita in quantità eccessiva, può dare sgradevoli problemi gastrointestinali.
  6. Guinzaglio a portata di mano. Il regime di semi-libertà è il migliore: liberi quando il regolamento della spiaggia lo consente e non ci sono troppi pericoli in vista; al guinzaglio e sotto l’ombrellone per essere con noi in sicurezza e nel pieno rispetto della quiete pubblica.
  7. Un occhio di riguardo per la pelle. Soprattutto in estate, vale una scrupolosa cura della cute e del mantello: metodo certo per tenere a bada le infestazioni da parassiti, ridurre il rischio di riacutizzazioni allergiche e mantenere idratata la pelle, proteggendola dalle alte temperature o dagli stress della “vita da spiaggia”. Un cane con una pelle sana e un mantello lucido è gradito anche ai nostri vicini di ombrellone!
  8. Mai dimenticare il kit “vacanze pelose”. Pensiamo ai piccoli problemi di salute che possono succedere durante le vacanze ai nostri amici animali: diarrea da caldo; scottature e irritazioni di cute, occhi e orecchie; escoriazioni e piccole ferite, tanto per fare degli esempi.
  9. Anche lui ha la sua valigia, fatta di giochi, ciotole, spazzole, collari, museruole e sacchettini per le deiezioni. Ma anche di scarpette anti-calore, tappetini refrigeranti, shampoo e balsami, tiragraffi e lettiere personali, snack e scorte dei cibi preferiti.
  10. BUONE VACANZE A TUTTI!
© 2022 Innovet