Menu

Dolore articolare: la sofferenza senza voce dei nostri cani e gatti

I primi 12 mesi della campagna ANMVI, FSA e Innovet
Dolore articolare: la sofferenza senza voce dei nostri cani e gatti

La campagna di sensibilizzazione sul dolore articolare del cane e del gatto, condotta da Innovet con il patrocinio di ANMVI (Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani) ed FSA (Fondazione Salute Animale), ha da poco compiuto un anno. Facciamo il punto.

 

 

Le attività svolte

Sono state coinvolte cliniche e ambulatori veterinari su tutto il territorio nazionale. Oltre tremila strutture hanno richiesto ed ottenuto materiale promozionale da esporre, allo scopo incentivare i check-up di controllo delle articolazioni.

 

È stato sviluppato un sito (www.articolazioniprotette.it) per divulgare al proprietario informazioni aggiornate sull’artrosi. Al suo interno, due test (uno per il cane e uno per il gatto) volti a mettere in luce la presenza di dolore articolare. Oltre 75.000 le visite al sito e oltre 5000 i test compilati!

 

 

Cosa abbiamo scoperto?

Il questionario proposto per il gatto (Feline Musculoskeletal Pain Screening Checklist, firmato da Duncan Lascelles) ha fatto registrare circa 700 test correttamente compilati, da cui è emerso che il 73% dei casi assai probabilmente soffre di dolore cronico. L’abilità di saltare verso l’alto è l’attività motoria maggiormente compromessa: il 50% dei proprietari risponde che il proprio gatto non salta più come una volta sopra gli armadi o nelle altre posizioni in alto che prima prediligeva.

 

Il test per rilevare il dolore nel cane (Helsinki Chronic Pain Index (HCPI) è stato compilato da oltre 4000 proprietari. Solo nel 16% dei casi emerge l’assenza di dolore, mentre nel restante 84% i punteggi ottenuti segnalano dolore articolare cronico. Tra le attività compromesse, al primo posto figura la difficoltà a rimettersi in moto dopo esercizio fisico.

 

 

Conclusioni

Il resoconto di questo primo anno mette in luce un vero e proprio allarme: il dolore articolare cronico sembra colpire quasi tre quarti dei gatti e oltre l’80% dei cani.

 

Un segnale da non trascurare, un incentivo per i proprietari a rivolgersi al proprio veterinario di fiducia per effettuare un check up delle articolazioni e garantire al proprio animale un futuro in salute.

© 2022 Innovet