Menu

Occhio rosso e occhio secco: i disturbi oculari più comuni

Gli occhi dei nostri animali sono un bene prezioso che ha bisogno di essere tutelato e protetto con una routine di igiene e cura che li salvaguardi da disagi e malattie.
Occhio rosso e occhio secco: i disturbi oculari più comuni

Vera e propria finestra sul mondo, gli occhi dei nostri amici animali sono spesso minacciati da molte insidie. Irritanti ambientali, sostanze allergizzanti, infezioni, corpi estranei, traumi di vario genere, ma anche malattie congenite, tumori e disturbi ormonali e metabolici possono alterare il sofisticato microambiente dell’occhio e generare sintomi anche molto fastidiosi.

 

Uno dei primi e più evidenti segnali di allerta è il cosiddetto “occhio rosso”, la comparsa cioè di arrossamenti ed irritazioni (ad es. congiuntiviti), che costringono i nostri amici animali a chiudere più frequentemente le palpebre e a strofinarsi l’occhio con le zampe, peggiorando la situazione. Molto spesso, l’occhio rosso si accompagna ad una lacrimazione abbondante che, specie nei cani e gatti dal mantello chiaro, provoca una brutta e maleodorante colorazione del pelo intorno agli occhi. Tale disturbo potrebbe essere dovuto a cause di lieve entità, come un’irritazione o un’infezione, oppure essere sintomo di una patologia più grave che necessita di correzione chirurgica. È, dunque, importante rivolgersi al proprio medico veterinario alla comparsa dei primi sintomi.

 

Un secondo segnale di allerta è rappresentato dal cosiddetto “occhio secco”, una patologia che si caratterizza per un’insufficiente produzione di lacrime che genera infiammazione della congiuntiva e della cornea. Gli animali che ne soffrono hanno occhi “spenti”, opachi, asciutti. Possono avvertire prurito, bruciore e dolore, anche a causa delle lesioni corneali provocate da un’inadeguata lubrificazione dell’occhio. Particolarmente frequente in razze come il cocker spaniel, il bulldog o lo yorkshire terrier, la sindrome dell’occhio secco, se non correttamente trattata, può portare anche alla perdita della vista. La terapia consiste nella somministrazione di gocce oftalmiche appositamente formulate per gestire l’arrossamento, il dolore e ristabilire la corretta lubrificazione dell’occhio.

 

Se sottovalutati e non tempestivamente indagati e trattati, questi sintomi possono essere motivo di grande sofferenza per i nostri animali ed avere pesanti conseguenze anche sulla loro capacità visiva. È dunque fondamentale rivolgersi al proprio medico veterinario alla comparsa dei primi segnali di anomalie oculari.

 

La salute degli occhi passa anche da una corretta igiene e pulizia. Una costante routine di detersione con l’utilizzo di salviettine oftalmiche specificatamente formulate è efficace nell’allontanare irritanti e allergeni, ripulire l’occhio da secrezioni e detergere con delicatezza la zona.

© 2022 Innovet