Chiudi
Menu
Carrello

Il servizio ordini on-line
è momentaneamente non disponibile.
Potete acquistare i prodotti Innovet
su Giulius Pet Shop

Sindrome dell’atopia felina: terapia

Chiara Noli – Silvia Colombo

FELINE DERMATOLOGY – 2020

Traduzione integrale del capitolo 23 (pp. 475-83) tratto dal libro: Noli C, Colombo S (Editors), Feline Dermatology, (2020) SpringerNature Switzerland AG (con il permesso di SNCSC, Springer Nature Customer Service Central GmbH).

Traduzione a cura di: Innovet Italia Srl
CeDIS (Centro di Documentazione e Informazione Scientifica)
© 2019 Innovet Italia
Email: cedis@innovet.it – Web: www.innovet.it

ISBN 978-88-903194-4-0

Presentazione

In quest’ultimo periodo, l’approccio veterinario all’allergia felina sta andando incontro ad una vera e propria rivoluzione. Il cosiddetto Cat Team dell’International Committee on Allergic Diseases of Animals (ICADA) ha appena aggiornato l’identità clinico-terapeutica di questa vera e propria sindrome allergica, pubblicando un documento strategico nel numero di Febbraio 2021 della prestigiosa rivista Veterinary Dermatology.
Precorrendo i tempi, nel 2020 Chiara Noli ha pubblicato, insieme a Silvia Colombo, Feline Dermatology, un corposo manuale in cui convergono i contributi di specialisti internazionali, che affrontano la dermatologia felina a 360 gradi: dalla genetica alla medicina comportamentale, dalle variegate entità cliniche alla terapia.

In questa cornice, è inserito il capitolo “Sindrome dell’atopia felina: terapia”, che oggi abbiamo il piacere di rendere disponibile in lingua italiana, nella certezza che potrà fornire utili informazioni a tutti i veterinari (dermatologi e non) che hanno a cuore la salute del gatto allergico. Una strategia terapeutica moderna e multimodale, quella tracciata da Chiara Noli, nella quale trovano posto approcci innovativi ed evidence-based, affrontati nel dettaglio sia come effetti che come pro e contro. Un approccio, dunque, molto pratico al gatto con prurito, con particolare attenzione alle misure che consentono di abbassare i dosaggi dei cortisonici, ad esempio tramite l’integrazione dietetica con l’ALIAmide PEA (palmitoiletanolamide).

Cookie PolicyCookie PolicyPrivacy PolicyPrivacy Policy