Chiudi
Menu
Carrello

Gli ordini effettuati su questo sito verranno evasi
da Giulius Pet Shop.
Per consultare lo stato di un vostro ordine già effettuato
entrate nel vostro account su Giulius Pet Shop

I fattori ambientali della dermatite atopica del cane

Essere maschi, castrati, allevati in città e con libero accesso a divani e mobili imbottiti. Questo il profilo dei Golden e Labrador Retriever particolarmente a rischio di atopia cutanea.

Golden Retriever sul divano

I fattori ambientali hanno un posto di assoluto rilievo nella patogenesi della dermatite atopica, sia dell’uomo che del cane. Ed è in funzione di questa considerazione generale che clinici veterinari dell’Università di Nottingham hanno condotto, e pubblicato su Veterinary Dermatology, uno studio retrospettivo caso-controllo, con l’obiettivo di individuare i fattori di rischio o di protezione per la dermatite atopica in due delle più popolari e diffuse razze canine: i Golden e Labrador Retriever.

 

Analizzando un campione di 793 casi di Labrador e Golden atopici, e confrontandoli con altri 1652 non atopici, è emerso che il Retriever allevato in città è più esposto al rischio di atopia di quello nato e cresciuto in ambiente rurale.

 

Ancora, Golden e Labrador sono più protetti dal rischio di atopia se vivono a stretto contatto con altri cani e fanno frequenti passeggiate nei campi e nei boschi. Insomma, uno stile di vita che già precocemente li espone ad un’ampia varietà di antigeni ambientali (allergeni) è una garanzia di protezione. Ad avvalorare quella Vivere in fattoria riduce il rischio di allergia target="_blank" rel="noopener">teoria o ipotesi dell’igiene, secondo la quale la minor esposizione agli allergeni fin dalle fasi pediatriche della vita in realtà porta ad un aumento dei malanni legati al sistema immunitario, tra cui la dermatite atopica.

 

Golden e Labrador Retriever maschi e castrati, e con libero accesso ai divani imbottiti di casa sono inoltre i più esposti al rischio allergico. Per i Labrador si aggiunge anche il colore del mantello, con quelli cioccolato di gran lunga più a rischio di quelli chiari o neri.

 

Si tratta del più vasto studio finora condotto sul ruolo dell’ambiente nella genesi della dermatite atopica. In termini pratici, pone l’attenzione sul tipo di ambiente in cui il cane cresce e sui rischi dermatologici connessi sia allo stato riproduttivo che allo stile di vita del Retriever” che, a conti fatti, deve passare più tempo in passeggiata con noi che non sul divano.

 

 

Harvey ND, Shaw SC, Craigon PJ, Blott SC, England GC. Environmental risk factors for canine atopic dermatitis: a retrospective large-scale study in Labrador and golden retrievers. Vet Dermatol. 2019 Aug 13. doi: 10.1111/vde.12782

© 2019 Innovet
Cookie PolicyCookie PolicyPrivacy PolicyPrivacy Policy